AcquazzurraAppartamenti ad uso turistico al centro di San Benedetto del Tronto

Itinerari

Da San benedetto del Tronto si possono raggiungere facilmente suggestive località dell'entroterra ricche di monumenti e tradizioni.



Visualizza immagine live

Piazza del Popolo

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno (Asculum in latino; Asculë in dialetto ascolano) è un comune italiano di 51.168 abitanti, capoluogo della provincia omonima nelle Marche. Quarto comune per popolazione nella regione dopo Ancona, Pesaro e Fano, Ascoli Piceno è sede vescovile. La città si trova nella parte meridionale della regione Marche e dista 28 km dal mare Adriatico. Il suo centro urbano sorge ad un'altitudine di 154 m s.l.m., nella zona di confluenza tra il fiume Tronto ed il torrente Castellano, circondato per tre lati da montagne, tra cui vi sono la montagna dell'Ascensione, il colle San Marco e la montagna dei Fiori. Il suo territorio è contornato da due aree naturali protette: il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a sud ed il Parco Nazionale dei Monti Sibillini a nord-ovest. Le origini della città sono avvolte nel mistero, ma è abbastanza sicuro che vi fosse la presenza umana già dall'età della pietra[3] e che la zona fosse abitata già nell'epoca neolitica da popolazioni italiche. Secondo una tradizione italica citata nella letteratura antica (Strabone, Plinio, Festo) la città venne fondata da un gruppo di Sabini, che vennero guidati da un picchio, uccello sacro a Marte, durante una delle loro migrazioni detta ver sacrum. I Sabini si sarebbero fusi con altre popolazioni autoctone dando origine ai Piceni, di cui Ascoli divenne il centro principale anche grazie alla sua posizione sulla via Salaria, che collegava le saline alla foce del Tevere a quelle della costa adriatica. Nel 299 a.C. si alleò con i Romani contro gli Etruschi, Galli e Sanniti e nel 269 a.C. divenne Civitas Foederata a Roma.

Da: Wikipedia

La Fortezza Medievale

Acquaviva Picena

Acquaviva Picena è un comune italiano di 3.860 abitanti della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche, sorge su una collina che domina il paesaggio della valle del Tronto, a pochi chilometri di distanza dal Mar Adriatico e da San Benedetto del Tronto. Dall'elevazione medio-collinare della cittadina (359 m s.l.m.) è possibile scorgere, nei giorni di bel tempo, oltre alla più alta cima dei Sibillini (Monte Vettore), anche le più lontane montagne abruzzesi (Gran Sasso, Majella). Il sito di Acquaviva fu abitato fin dalla preistoria, della quale ha restituito numerosi reperti soprattutto d'epoca picena, ma anche d'età romana. Quando i Piceni, che vi furono certamente insediati nel VI secolo a.C., restarono sottomessi a Roma, il territorio acquavivano conservò vitalità grazie alla vicinanza della città di Castrum Truentinum.Ma fu con le invasioni barbariche che il colle vide la nascita di un vero e proprio insediamento urbano: l'arrivo di Longobardi e Saraceni indusse infatti le popolazioni costiere a riparare sulle circostanti alture. Il borgo fu in origine possedimento farfense (947), poi divenne feudo della famiglia degli Acquaviva (da cui il nome) che nel XIII secolo vi edificò una fortezza.

Da: Wikipedia

Il Palazzo Comunale

Offida

Offida (Offìda; L'ufida in dialetto ascolano) è un comune italiano di 5.277 abitanti della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche, centro del subappennino marchigiano, il cui territorio è posto interamente tra le valli del fiume Tesino (a nord) e del fiume Tronto (a sud). Il centro abitato deve la sua pianta irregolare allo sperone roccioso sul quale sorge, ritagliato dai due rami sorgentizi del torrente Lama, affluente di sinistra del Tronto Piuttosto dibattute le origini di Offida. Lo stesso toponimo è oggetto di diverse interpretazioni e non aiuta a formarsi un'idea certa su come sia sorto il centro abitato. Nel territorio offidano sono presenti tombe picene (VII-V secolo a.C.) e vestigia romane ma non c'è traccia storica certa fino al 578 d.C. quando gli ascolani in fuga per l'invasione longobarda fondarono diversi castelli nei colli piceni, compresa Offida. Secondo alcuni storici Offida già nel VII secolo sarebbe stato un centro di una certa importanza, divenendo sede di un Gastaldato. Dello stesso ci sarebbero tracce in epoca carolingia e sotto il Sacro Romano Impero quando la città assunse grande importanza. Al 1039 risale la prima testimonianza storica certa, quando Longino d'Azone cede all'Abbazia di Farfa il castello di Ophida. Nel 1261 una bolla di papa Urbano IV conferma i poteri dell'Abbazia di Farfa istituendo il Presidato Farfense, una sorta di governatorato distaccato da Farfa e indipendente da qualsiasi diocesi. Nel 1292 papa Niccolò IV concede ai comuni marchigiani la facoltà di eleggere podestà, consoli e priori. Per Offida e per altri grandi centri marchigiani dell'epoca si tratta di un riconoscimento ufficiale per delle istituzioni già operanti e "collaudate".

Da: Wikipedia


NEI DINTORNI - Punti di interesse nel raggio di 50 km con percorso stradale.





Eventi

La Quintana

La Quintana di Ascoli vive di momenti e tempi diversi, che ricalcano il percorso rituale delle antiche celebrazioni cittadine, puntualmente descritte negli Statuti e nei documenti anzianali medioevali

Per saperne di più

Il Mercatino dell'Antiquariato

Nello splendido centro storico medioevale di Ascoli Piceno appuntamento con antiquariato, collezionismo e artigianato. Una delle rassegne più meritevoli del panorama dei mercati del centro Italia

Per saperne di più

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eventi

Acquaviva Comics Academy

La rassegna Acquaviva Comics Academy è una delle più importanti manifestazioni nazionali sul fumetto. È nata nel 1996 come Acquaviva nei fumetti e si svolge con cadenza annuale nel mese di agosto.

Sponsalia

Gli Sponsalia sono la rievocazione storica del matrimonio tra Forasteria d'Acquaviva e Rainaldo di Brunforte (1234). Organizzati dal 1988 a cavallo tra i mesi di luglio e agosto, prevedono nel loro contesto la disputa del Palio del Duca fra i due rioni cittadini di Aquila e Civetta. Esiste anche un Palio dei bambini a quattro rioni (Aquila, Civetta, Falco e Picchio).

Per saperne di più

 

 

 

 

 
Eventi

Il Fusello d'Oro

Il Fusello d'Oro è un concorso per merlettaie nato nel 1999 che si svolge nel mese di agosto. Ogni anno viene dato un tema in base al quale le merlettaie devono realizzare i loro lavori in merletto a tombolo. Tra i temi delle scorse edizioni si ricordano: il Fazzoletto (1999); il Giubileo (2000); Nel mio giardino (2001); Nel mondo della musica (2002).

Per saperne di più

Il Mercatino dell'Antiquariato

È un mercatino organizzato dalla società cooperativa Oikos in collaborazione con il Comune di Offida che si svolge nel centro storico del paese ogni Venerdì di Luglio ed Agosto. In tale occasione si possono trovare prodotti tipici dell'artigianato locale e non, oggettistica, collezionismo, antiquariato e prodotti eno gastronomici, il tutto nella splendida cornice di Piazza del Popolo e del Palazzo Comunale.